Image

Francesco Di Tacchio, leader e trascinatore di un gruppo che non può prescindere dal suo carisma

Dal rigore di Venezia alla fascia di capitano nella decisiva trasferta di Pescara, senza dimenticare la doppietta con la Cremonese, le lacrime di Pordenone e un gesto eroico ad Ascoli che gli valse un riconoscimento ufficiale da parte dell’amministrazione comunale. Al momento non mister Nicola non lo ha preso ancora in considerazione ma chi ha contribuito a riportare Salerno in A dopo 23 anni meriterebbe senza dubbio una chance. Anche perché, statistiche alla mano, era in campo in tre delle quattro vittorie dei granata. Compie oggi 32 anni Francesco Di Tacchio, leader e trascinatore di un gruppo che non può prescindere dal suo carisma e di cui spera di far parte anche in futuro a prescindere dalla categoria.

FONTE: tuttosalernitana