Image

Bari chiama… Folo risponde. Il ritorno da urlo del centrocampista biancorosso

Bentornato Folo. Gli oltre 20 mila spettatori del S. Nicola, nel corso della gara di ieri vinta dai galletti per 2-0 sul Benevento, devono aver pensato qualcosa del genere, quando hanno visto alzarsi dalla panchina e scaldarsi Michael Folorunsho, infine entrato nella contesa al minuto 66, con il Bari in vantaggio di misura grazie al rigore griffato Antenucci di una decina di giri di lancette prima.

Infine, il centrocampista biancorosso, tassello fondamentale delle fortune dei pugliesi in stagione, ha fatto il suo rientro sul terreno di gioco, rilevando un Cheddira non nella sua giornata migliore. E ci ha messo pochissimo, il buon Mike, come lo ha chiamato Mignani nelle dichiarazioni post-gara, a riprendere confidenza con il campo, dal quale mancava, in gare ufficiali, addirittura dal blitz esterno dei baresi in quel di Ferrara del 4 febbraio.

Un’assenza di un paio di mesi, mica pochi. Ed, invece, Folo, non ha deluso le attese, partendo subito con una delle sue accelerazioni, conclusa con un tiro dalla distanza che ha sfiorato la traversa del portiere avversario Paleari. Al 71’, poi, l’apoteosi, con la staffilata su punizione (deviata dalla barriera) che ha consentito al Bari di raddoppiare, ed a lui di tornare al gol, che mancava dal match in terra ferrarese.

Esultanza accompagnata dall’ormai canonica scena di giubilo, con tanto di FoloMask, come nella foto a corredo di quest’articolo. Sono già 7 le sue reti in campionato, in 23 presenze, senza contare il fatto di aver messo a referto una segnatura anche in Coppa Italia.

Stiamo parlando, quindi, di un giocatore evidentemente fondamentale, nello scacchiere tattico del mister biancorosso, utilizzabile com’è, da vero multitasking, sia da mezzala sia nel reparto avanzato. Mignani stesso, a fine partita, ha dichiarato che Folorunsho aveva una voglia matta di giocare, voleva “mangiarsi l’erba”.

I tifosi si augurano che il suo appetito non sia terminato ieri. Eloquente, in proposito, il commento rilasciato dal giocatore sui suoi canali social, rivolto proprio ai supporter del galletto: “Dove eravamo rimasti?”. La corsa per la A è ancora lunga, a 7 giornate dalla fine. Ma il Bari ora sorride, ha un Folo in più nel motore.

FONTE: tuttobari.com