Image

Corriere dello Sport – Il Napoli che va via: da Hysaj a Albiol

Potare, ma prontamente integrare. Ecco cosa farà il Napoli nel corso di questo mercato, in pratica già partito da diverso tempo (il via ufficiale il primo luglio). E, presumibilmente, si assisterà ad un bell’andirivieni, poiché la lista (quella delle uscite) è piuttosto nutrita. Ragion per cui gli uomini del mercato azzurro si stanno muovendo già da un bel pezzo sul doppio fronte, dopo aver determinato (anche in base alle esigenze di Ancelotti) l’entità della sfoltita.

L’ATLETICO SPINGE. Le nozze in Albania (con la bella Fiorenza) e poi probabilmente il cambio di casacca. Dall’azzurro al bianco, blu e rosso? Chissà… anche se la trattativa con l’Atletico Madrid di Diego Simeone pare essere a buon punto. Hysaj piace (e non poco) agli spagnoli che cercano un esterno abile soprattutto in fase difensiva. L’offerta si avvicina ai 20 milioni, ma potrebbero non bastare visto che il Napoli intenderebbe realizzare di più. Non mancano del resto altri estimatori del terzino destro (o anche sinistro): a cominciare da Manchester United e la stessa Juve di Sarri (che continuano a pensarci), ai quali s’è aggiunta la Roma, che avrebbe in agenda un incontro con Mario Giuffredi, agente dell’albanese.

E NON SOLO… E sì, perché poi potrebbero salutare anche Mario Rui, Diawara e forse Verdi. Per il portoghese si registrano alcune richieste: in principio era “duello” fra Milan e Toro (in vantaggio i rossoneri) ma strada facendo, fra i duellanti, s’è inserito prepotentemente il Benfica. Tanto che nei prossimi giorni si potrebbe chiudere a favore dei portoghesi, e chissà che nella trattativa non possa rientrare Alejandro Grimaldo (mancino come lui, che non ha ancora rinnovato col club lusitano). Diawara – assist in Coppa d’Africa contro il Madagascar (2-2) – potrebbe restare in Italia: non dispiacerebbe affatto alla Roma, ma c’è anche il Milan. Su Simone Verdi da tempo è vigile il Torino, ma restano in attesa di sviluppi anche Atalanta e Samp: esborso da non poco (anche perché è costato 25 milioni), per cui si potrebbe – eventualmente – percorrere la strada del prestito.

FONTE – Corriere dello Sport