Image

Da bersaglio di ingiuste critiche ad assistman da record, la rivincita di Mario Rui

E’ il re degli assist in azzurro

Mario Rui non ha vissuto sempre momenti bellissimi a Napoli. Le sue prime stagioni in azzurro sono state accompagnate da critiche spesso ingiuste da parte della piazza, che ora – oramai da un paio di anni – lo acclama. E in questa stagione sembra spronato dalla concorrenza con Olivera, la cui presenza lo stimola e gli permette di riposare e ricaricare le pile.

Mario Rui, che crescita per l’azzurro!

Ne parla oggi il Corriere dello Sport, ecco quanto evidenziato da CalcioNapoli1926: “Quel mancino somiglia a pochi. Ce l’ha Mario Rui e Spalletti se lo gode. Un terzino che in partita diventa altro: regista, mezzala, incursore. Può permetterselo, come Di Lorenzo, con quel piede da cui nascono punti. Sei assist in campionato, uno in Champions, una precisione millimetrica, un’eleganza nel tocco. Il portoghese conosce l’indirizzo del gol, lo hanno già ringraziato, tra gli altri, Simeone e Osimhen. Mario Rui, che con l’arrivo di Olivera è migliorato perché ogni tanto si riposa ricaricandosi, è lo stesso terzino preso di mira dai tifosi diverse volte, negli anni, per motivi spesso sconosciuti, perché da quando Ghoulam ha vissuto il suo personalissimo incubo, l’ex Roma ha cominciato a giocarle tutte, e per anni non ha avuto sostituti. Ha sopportato critiche, spesso ingiuste, digerendo anche i social, che leggeva, fortificando il proprio carattere affinché facesse coppia con un mancino che non è mai stato in discussione”.

FONTE: calcionapoli1926.it