Image

Di Lorenzo ritrova l’incubo Bellingham a Wembley, lo stadio dei sogni

Con il suo Napoli sta vivendo un momento difficile. Capitan Di Lorenzo è tra i senatori più rispettati ed ascoltati da Garcia, De Laurentiis e dai compagni ma ora è concentrato solo sulla nazionale. Assente a Bari con Malta il terzino ritroverà domani una maglia da titolare nello stadio in cui ha vissuto la sua più grande gioia in Nazionale, l’Europeo vinto a Wembley:

“È sempre bello ricordare quella partita e quella notte, ma dovremo essere bravi a metterla da parte e affrontare quella che sicuramente sarà una gara difficile. Abbiamo lavorato veramente bene in questo raduno e siamo pronti. Domani abbiamo una grande occasione perché vincendo potremmo raggiungerli in testa al girone”.

Ai canali social della Figc ha parlato anche Luciano Spalletti

“Questa partita è una prova per misurare a che punto siamo. Non dobbiamo andare alla ricerca di cose facili perché la zona di comfort è quella che fa morire i tuoi obiettivi e i tuoi sogni. Devi essere nelle situazioni che ti permettono di crescere, di misurarti per andare ad un livello superiore. E questa è la partita ideale. Il calciatore internazionale è colui che vede questa come la partita della qualificazione e non aspetta di rimandarla alle gare successive”.

Massimo rispetto per l’Inghilterra dei vari Kane, Bellingham e Foden, ma nessun timore reverenziale: “Vogliamo andare lì e giocare la partita a viso aperto – avverte il Ct – a far vedere che abbiamo la nostra storia, le nostre potenzialità e i nostri valori. Vedremo chi è più bravo”. La preparazione al match è stata ottimale: “I ragazzi sono delle persone serie: si sono impegnati, hanno creato disponibilità e in questi 15 giorni mi hanno fatto vedere che hanno la testa per giocare partite di questo livello. Si dice che la chiave per il successo sia avere fiducia in se stessi, la chiave per avere fiducia in se stessi è come ti prepari. E i ragazzi per come si sono preparati sono pronti”.

FONTE: sportevai.it