Image

Fabiano Parisi si racconta: è ancora a metà del suo percorso

Fabiano Parisi, gioiellino dell’Empoli, si presenta in una lunga intervista, c’è qualcosa di promettente in lui, fisicamente e mentalmente

Fabiano Parisi, classe 2000 e terzino sinistro dell’Empoli, è apparso molto maturo ai microfoni di TuttomercatoWeb; a dirla tutta sembrerebbe già sicuro di sé e del suo futuro. Così racconta alla testata online quando gli viene chiesto cosa pensa della Nazionale:

“Sogno di vestire la maglia azzurra e di giocare con l’Italia in pianta stabile in futuro“.

Nato in provincia di Avellino si è fatto strada tra le compagini campane in Serie D e a 17 anni è arrivato al Benevento con grandi prospettive. Oggi è titolare all’Empoli di Zanetti.

Sicuro nel percorso e sicuro dei suoi limiti, Parisi non nasconde le insicurezze e ciò farà di lui un grande giocatore, una grande persona.

“Sono giovane, penso di essere al 65% del mio percorso e ho tanta voglia di migliorare”

Così ammette il centrocampista azzurro che ha come idolo Jordi Alba. Poi continua:

“Nei campionati inferiori ci sono tanti giovani come me, soprattutto al sud dove gli osservatori vanno a scovarli. In Serie D e C ti fai le ossa prima dei grandi campionati. Io ho preso tante pedate“.

Insomma un ragazzo umile, che di gavetta ne ha fatta molta, ma che ha voglia di lavorare per arrivare al massimo, intanto all’Empoli sta bene, ammette, è una bella piazza per lanciare i giovani.

Poi si confida, rimanendo con i piedi per terra:

“Non mi dà fastidio che si parli di me, mi piace. C’è tanta attenzione, io mi concentro sul campo, le pressioni dei media sono altissime, ma sono contento e cerco di dare il massimo“.

Un grande esempio di rispetto ed umiltà.

FONTE: footballnews24