Image

Il gesto dolcissimo di Matteo Politano sull’urlo Champions dei tifosi del Napoli

Matteo Politano si è reso protagonista di un gesto bellissimo poco prima di Napoli-Real Madrid di Champions. Il giocatore azzurro ha tappato le orecchie del bimbo che lo ha accompagnato in campo durante il classico inno della competizione Uefa e poco prima dell’urlo assordante del Maradona.

L’urlo del Maradona è diventato parte integrante dell’inno della Champions League che da sempre caratterizza questa meravigliosa competizione. Un boato scandito dal popolo del Napoli che presto è diventato contagioso nel resto d’Europa. Sono infatti tante – per non dire tutte – le tifoserie che ormai attendono il momento dell’inno proprio per dare sfogo a tutta la loro voce quando all’ultima strofa viene si sente: “The Champions!”. 

Un grido assordante che attendono tutti i tifosi, in particolare a Napoli, armati di telefoni cellulari e macchine fotografiche per immortalare con scatti memorabili e soprattutto video quel momento. Uno stadio intero che urla “the Champions!” rappresenta una carica pazzesca per i giocatori in attesa di sentire il fischio iniziale e dare il via alla propria partita. In particolare ieri sera, contro il Real Madrid, serviva una carica in più. Ecco perché Politano ha pensato bene di tappare le orecchie al bambino dinanzi a sé.

Come spesso accade in Champions e anche nelle varie partite dei diversi campionati mondiali, sono spesso i bambini ad accompagnare ognuno dei giocatori in campo poco prima del calcio d’inizio. Un rituale che si ripete da sempre e che rappresenta un momento spesso molto tenero e intenso. In questo caso però il gesto di Politano nei confronti del bambino che aveva davanti e che lo aveva accompagnato sul terreno di gioco del Maradona è stato bellissimo.

L’attaccante del Napoli ha capito che stava arrivando il momento in cui il pubblico avrebbe gridato “the champions” a squarciagola e così ha pensato bene di tappare le orecchie del piccolo in modo da non fargli ascoltare quel frastuono. Un gesto premuroso e bellissimo che sicuramente rimarrà per sempre un ricordo indelebile per quel bimbo diventato protagonista della serata in pochi secondi. Solo chi non ha mai ascoltato dal vivo l’urlo del Maradona in quegli istanti non può capire il motivo di quel gesto istintivo di Politano.

FONTE: fanpage.it