Image

Il nonno degli Esposito a TuttoBari: “Un sogno che si realizza: incantato da Bari. Seba mette anima e passione”

Una dinastia di calciatori quella degli Esposito. Salvatore, direttamente da Castellamare di Stabia, è il nonno più felice del mondo. Dopo aver seguito le gesta di suo figlio Agostino ai tempi della Primavera del Napoli, attualmente vive con pathos e passione le avventure dei suoi tre nipoti Salvatore (centrocampista dello Spezia), Sebastiano Esposito (attaccante del Bari) e Francesco Pio (attaccante della Primavera del’Inter).

Contattato dalla nostra redazione, al sentire la parola Bari, Salvatore rievoca i suoi trascorsi nel capoluogo pugliese in quel viaggio di nozze che ha segnato positivamente il suo percorso di vita: “Lassù qualcuno mi ama. Le mie preghiere sono state ascoltate. Bari fa parte della mia vita. Ricordo come se fosse ieri il viaggio di nozze con mia moglie nel capoluogo pugliese, ospiti di mia sorella Gianna e di mio cognato Carmine. La colonna sonora di quella esperienza “il cuore è un zingaro” di Nicola di Bari. Chi avrebbe mai pensato che in quella splendida città sarebbe finito mio nipote Sebastiano?”.

Esposito ricorda i giorni della trattativa che hanno portato Sebastiano al Bari: “Ero molto felice ed incredulo allo stesso tempo. Quella città che tanto mi aveva incantato da ragazzo. Quel lungomare stupendo, che richiama la mia Castellamare, quel centro storico incantevole e quelle gradevoli scorpacciate di frutti di mare. Non poteva fare una scelta migliore Sebastiano”.

Poi l’inizio in biancorosso col botto. Due partite, due gol: “Soddisfazione e gioia erano i miei sentimenti per Seba. Lo avevo visto qualche giorno prima che venisse al Bari, passò da Castellamare. Gli raccomandai per prima cosa di assaggiare i frutti di mare (sorride ndr) e di contribuire alla risalita del Bari in serie A. E’ un ragazzo timidissimo, anche se non sembra, mette anima e passione in quello che fa. Bari è un ambiente adatto alle sue caratteristiche. La tifoseria è sicuramente un’arma in più che suscita in lui grandi motivazioni”.

Una famiglia di calciatori. Nonno Salvatore racconta la scorsa giornata calcistica, con protagonisti i suoi tre nipoti: “L’ultima giornata calcistica è stata un triplete: il primo a segnare al Milan è stato Francesco Pio in Primavera, poi l’assist bellissimo di Sebastiano che ha contribuito alla vittoria del Bari e il terzo Salvatore con il suo primo gol in serie A. Cosa potrei chiedere di più?”. Esposito non vede l’ora di assistere a una gara del Bari al San Nicola: “In realtà era in programma qualche settimana fa di venire a Bari. Le condizioni meteo non stanno aiutando. Magari cercherò di esserci alla semifinale play-off, sperando che mio nipote faccia esplodere di gioia una città che senza alcun dubbio merita la serie A”.

FONTE: tuttobari.com