Image

Il ritorno in grande di Sebastiano Esposito

Da talento emergente del settore giovanile dell’Inter a promessa mancata nel giro di un paio di stagioni. Questa è stata la traiettoria professionale di Sebastiano Esposito, attaccante classe 2002 di proprietà dei nerazzurri. Dopo l’esordio nell’Inter di Antonio Conte il ragazzo di Castellammare di Stabia era stato mandato in prestito in B per fare esperienza: SPAL, prima, e Venezia, poi, videro solo la controfigura del talentuoso attaccante intravisto solo pochi mesi prima. L’anno scorso il prestito in Svizzera al Basilea, ha regalato ad Esposito una maggior continuità d’impiego (34 presenze, 7 gol e 9 assist), grazie alla quale nell’estate 2022 le parti decisero di accettare un ruolo da protagonista all’Anderlecht in Belgio. Qui, però, i soli due gol messi a segno in 21 apparizioni riproposero nuovamente la versione meno accattivante del giocatore che, saputo dell’interesse a gennaio del Bari, ha fatto di tutto per tornare in Italia. E, ad oggi, la scelta si è dimostrata giusta: non solo per i 2 gol messi a segno in 4 apparizioni, ma anche e soprattutto per le prestazioni che hanno fatto riemergere il talento che aveva convinto Conte appena 3 stagioni fa.

FONTE: tuttomercatoweb.com