Image

Kastanos si riprende il posto nella squadra con i fatti

La salvezza è stata centrata con largo anticipo, dell’ottimo pareggio contro la Roma già si è molto dibattuto, delle basi del futuro anche. E riguardo al tema penalizzazioni e caos extra campo avevo già parlato nelle scorse settimane; non tornerò sulla penalizzazione alla Juventus, e su quanto queste lungaggini burocratiche – con giustizia ordinaria e giustizia sportiva che non vanno di pari passo – siano deleterie per il campionato.
Ho deciso che tornerò a parlare dei protagonisti, perché alle volte è giusto anche così, celebrare chi lo merita.
Non ho mai nascosto l’immensa stima che ho per Simone Lo Schiavo, braccio destro di Morgan De Sanctis, né quanto mi abbia incantata Guillermo Ochoa dal momento del suo arrivo. Forse non ho mai espresso davvero la meraviglia che mi ha portato mister Paulo Sousa (che come allenatore, molto onestamente, non conoscevo), ma non è di lui che voglio parlare quest’oggi, anche se trasversalmente anche il suo operato sarà al centro di ciò che sto per dire. Perché se possiamo ammirare il Grigoris Kastanos superlativo che stiamo vedendo, parte del merito è anche del tecnico, che gli ha ridato fiducia dopo una prima parte di stagione non agilissima, con tanto di possibile addio nella finestra di mercato di riparazione.
Poi certo, il più lo ha fatto il centrocampista. Scuola Juventus, si è messo subito in evidenza nella formazione Primavera bianconera, con tanto di esordio in A nella stagione 2018-19, che lo ha però visto tra gli assoluti protagonisti dell’allora formazione Under 23, attualmente denominata Next Gen; poi il biennio in B diviso tra Pescara e Frosinone, e l’approdo in A con la Salernitana, forse la formazione che ha maggiormente creduto nel suo potenziale. Centrocampista offensivo, duttile nel ricoprire ruoli dietro le punte e bravo a innescare azioni offensive, ha anche ottime capacità in fase di conclusione, tanto da aver già messo il timbro anche in massima serie.
Al momento della svolta si è fatto trovare pronto, e del suo potenziale ne hanno beneficiato tutti. Sicuramente, un ottimo punto da cui ripartire…

FONTE: tuttosalernitana.com