Image

Luca Ranieri: “Non mi sentivo pronto per la Fiorentina, poi ho sentito fiducia”

Il difensore della Fiorentina Luca Ranieri parla dei giorni in cui era in bilico la sua permanenza in viola, fino alla Finale di Praga

Parla così il difensore della Fiorentina Luca Ranieri al Corriere Dello Sport: “Ripensando a quello che mi passava per la testa dopo i primi tre giorni di ritiro in viola della passata stagione…dico sinceramente che non credevo di poter rimanere alla Fiorentina. Non mi sentivo pronto. Avvertivo l’esigenza di dover andare a fare un altro anno in prestito. Volevo a tutti i costi giocare con continuità e credevo che, allora, Firenze fosse davvero troppo per me. È stato solo grazie alla vicinanza del mister, della società e del mio procuratore che alla fine ho deciso di rimanere e ho iniziato questo splendido percorso. Ho lottato allenamento dopo allenamento per guadagnarmi il posto e adesso eccomi qua. Sì, adesso sono pronto per stare in questa Fiorentina. All’arrivo ero reduce da un infortunio che non mi faceva stare bene. Mi allenavo ma, nonostante passasse il tempo, non mi sentivo in grado di giocare. Il punto di svolta è stato durante la pausa per il Mondiale: lì ho iniziato finalmente a salire di livello e ho ritrovato il Luca che conoscevo. Fondamentale, però, sono stati l’aiuto dei compagni e la fiducia dell’allenatore”.

FINALE. Praga? “Quando il mister disse che sarei partito titolare a Praga provai una gioia immensa, un’emozione che ancora oggi mi porto dietro. Purtroppo però sappiamo tutti com’è finita. Di sicuro, uscendo a soli 8’ dai supplementari, non ho dato una grande mano a Igor, che è stato costretto a entrare a freddo. Non sarebbe stato facile per nessuno calarsi in quel contesto in così poco tempo. E Igor, a mio avviso, è un giocatore molto forte, ci tengo a dirlo. Oggi, col senno del poi, è facile parlare ma confesso che davvero non sarei riuscito a proseguire quella partita”.

FONTE: fiorentina.it