Image

Maleh cerca le dimostrazioni alla prima da ex viola

L’italomarocchino affronterà la squadra di Italiano dopo un anno e mezzo di militanza prima del trasferimento nel Salento

Youssef Maleh potrà essere il grimaldello con cui il Lecce tenterà di strappare punti alla Fiorentina. Il 24enne, esploso in prestito al Venezia, ha disputato 45 partite con la viola di Vincenzo Italiano. Oltre alla poca continuità di quest’anno con 12 caps tra campionato e Conference League, Maleh ha collezionato 33 presenze nella passata Serie A, segnando 3 gol tra campionato e Coppa Italia. Per non disperdere la crescita, a gennaio Maleh ha deciso di cambiare aria. Studiata la situazione, Pantaleo Corvino ha formalizzato il trasferimento in prestito oneroso (500mila euro) e obbligo di riscatto in caso di salvezza per una cifra che s’aggira attorno ai 6 milioni di euro.

Il Lecce ripone molte speranze in lui, acquistato per sopperire alle mancanze di sostanza della mediana giallorossa, che, oltre a Hjulmand, Blin e Gonzalez, aveva in Bistrovic un elemento non inserito appieno nei dettami tattici dell’identità prevista da Baroni. Baroni ha subito lanciato Maleh, che ha acquisito (non aveva alternative) il ritmo partita giocando. Solo contro Cremonese e Roma, il centrocampista ha alzato bandiera bianca a causa di un infortunio alla caviglia patito durante la partita persa con la Salernitana. Qualità e corsa assicurata sono evidenti. Il passo in più che il Lecce chiede a Maleh è ora la continuità dopo buone prestazioni e gare sotto la sufficienza.

La partita da fresco ex contro la Fiorentina è l’occasione giusta per far bene. Oltre alla ricerca del riscatto di squadra, Maleh avrà delle motivazioni in più per tendere la trappola ai suoi ex compagni, nel pieno di un periodo positivo

FONTE: calciolecce.it