Image

Mattia Zaccagni riceve il premio Panzini 2023

Legatissimo alla sua Bellaria Igea Marina nonostante gli impegni calcistici lo tengano spesso lontano dalla città, Zaccagni ha ricevuto il premio al culmine di una serata ricca di momenti emozionanti

Impegno, costanza, passione, convinzione. Sono gli ingredienti che hanno portato Mattia Zaccagni, classe 1995, a raggiungere importanti traguardi professionali: partendo dalle giovanili del Bellaria Calcio, fino alla realizzazione di un sogno, l’approdo alla serie A e soprattutto alla Nazionale. Introverso e riservato di carattere, Mattia, centrocampista con la vocazione per il gol, si è sempre fatto voler bene nelle varie squadre in cui ha militato e nelle diverse realtà in cui ha vissuto, su tutte Verona e Roma, sponda Lazio: è a lui che, nella serata di gala di sabato sera, il sindaco Filippo Giorgetti ha conferito il Premio Panzini 2023. Legatissimo alla sua Bellaria Igea Marina nonostante gli impegni calcistici lo tengano spesso lontano dalla città, Zaccagni ha ricevuto il premio al culmine di una serata ricca di momenti emozionanti e contenuti musicali di qualità, a partire dalle esibizioni de Le 4 Divas e della Funky Corporation diretta da Dino Gnassi. Un’edizione, quella 2023, la cui direzione artistica è stata affidata al Comitato Borgata Vecchia nella persona di Marco Vasini, che si è alternato alla conduzione con Barbara Semeraro e con il grande ospite della manifestazione di sabato: l’attore Antonio Catania, che ha impreziosito la kermesse con la propria simpatia, allietando il pubblico con alcuni aneddoti della sua grande carriera cinematografica.

La decima edizione del premio, ha visto per la prima volta approdare su Facebook la diretta streaming della serata di gala, aprendo ulteriormente la manifestazione a tutti coloro che fossero impossibilitati a recarsi al Palacongressi e ai tanti turisti che amano e seguono Bellaria Igea Marina anche fuori dalla finestra temporale della villeggiatura: contenuti video che in un giorno e mezzo hanno fatto registrare oltre 5.500 visualizzazioni.

Come nelle ultime edizioni, anche per questo 2023 al premio principale si è affiancato il conferimento di tre riconoscimenti di alto prestigio. A partire da quello denominato “Bellaria Igea Marina e la sua storia”, concepito per gratificare una figura verso la quale, per professionalità, dedizione e competenza espresse nel corso del tempo, la città debba esprimere tutta la propria gratitudine. Riconoscimento che è stato consegnato ad Arnaldo Valentini, pioniere del turismo balneare bellariese, tra i principali fondatori di quella Cooperativa Bagnini che ha appena compiuto cinquant’anni di storia e che Valentini ha guidato con mano ferma e lungimiranza per oltre due decenni.

Il riconoscimento “Bellaria Igea Marina e il suo futuro”, pensato per premiare una ragazza o un ragazzo che nonostante la giovane età già si sia distinto nel proprio campo, è stato assegnato al velista Gabriele Rubinetti. Il quale ha partecipato a numerose gare a livello mondiale ed europeo: nel suo palmarès, la vittoria della Rolex Swan Cup di Porto Cervo e un 3° posto alla Barcolana. Rubinetti che, nella prestigiosa gara Veneziana nel golfo di Venezia, ha ottenuto lo scorso anno il 3° posto assoluto e addirittura il 1° nella classe di appartenenza.

Infine, il riconoscimento “Bellaria Igea Marina nel mondo”, è stato conferito all’azienda Sipo. Fondata nel anni Cinquanta da Dario Ceccarini, la Sipo è oggi alla terza generazione, con la guida affidata ai fratelli Simona e Massimiliano Ceccarini; divenuta nel tempo una realtà leader nell’ambito del settore ortofrutticolo, presente nella grande distribuzione sia in Italia che nel mercato internazionale: dove porta qualità ed un legame forte con il territorio romagnolo.

FONTE: riminitoday.it