Image

Salvatore Esposito dopo il pareggio “Oggi andava vinta. Destino nelle nostre mani”

Il centrocampista aquilotto ha parlato a margine del match con la Sampdoria.

Nel post partita di Sampdoria-Spezia, Salvatore Esposito ha parlato ai microfoni dell’emittente Dazn. Ecco, di seguito, le dichiarazioni rilasciate dal centrocampista aquilotto:

L’AMAREZZA – “C’è tanta amarezza. A mio avviso è stata fatta una grande prestazione ed una squadra è stata superiore all’altra. Oggi andavano portati a casa i tre punti. Da domani inizieremo a pensare alla gara con il Monza che sarà davanti ai nostri tifosi. Ci teniamo a fare tre punti perché sono già due gare che non raccogliamo quanto meritato”.

CORSA SALVEZZA – “Noi da quando è arrivato Semplici abbiamo delle consapevolezze e delle sicurezze che sono il lavoro quotidiano ed avere un impronta di gioco. Questo ci dà fiducia. Noi guardiamo noi stessi, non l’Hellas. Ad oggi abbiamo un punto di vantaggio quindi il destino è nelle nostre mani”.

IL RISCATTO – “Per me non è normale l’impatto che ho avuto, con Roma ed Empoli ho sbagliato. Tutti mi dicono che può accadere. E’ stato un momento di ambientamento che servono a tutti. Da quando è arrivato Semplici mi ha parlato ed ha cercato di fare un percorso ben preciso con me. Ora sono dentro, sono pronto a dare il mio contributo e ne sono felice”.

VERDE – “Daniele è un giocatore importante ma io posso spendere parole anche per la bella persona che è. Aiuta molto i giovani, si prende cura di loro e cerca di coinvolgerli. Nel calcio è difficile trovare amici, io allo Spezia ne ho trovato uno”.

FONTE: calciospezia.it