Image

Sepe si gioca le sue chance

“Quando è stato preso Ochoa la società ha detto che avrebbe dovuto dare il suo contributo fino al rientro di Sepe che, nelle settimane precedenti, aveva subito un infortunio e non poteva essere a disposizione. Come sapete quello del portiere è un ruolo molto particolare, le gerarchie si stabiliscono a priori e occorre chiarezza con tutti.. Sepe è clinicamente guarito ed era pronto per scendere in campo dall’inizio, la Salernitana ha la fortuna di avere due portieri di ottimo livello in organico. E non è detto non possa esserci una alternanza, mi pare che accada anche alla Juventus”. Queste le parole del tecnico Davide Nicola nel post gara a Verona, risposta alle legittime domande dei cronisti presenti che apparivano meravigliati dall’esclusione di Ochoa dall’undici titolare. Sepe, da professionista esemplare, si è però fatto trovare pronto e non ha fatto rimpiangere il pipelet messicano. Incolpevole sul gol, l’ex Parma ha permesso ai compagni di restare in partita fino alla fine con alcuni interventi importanti. Non a caso tutte le testate giornalistiche locali e nazionali gli hanno attribuito un voto sufficiente. Sousa lo conosce bene e lo ha già avuto a disposizione a Firenze. Entrambi si giocheranno il posto in un clima di sana concorrenza che aiuta a crescere l’intero gruppo. E su questo Nicola aveva ragione: la Salernitana, tra le squadre che lottano per non retrocedere, ha il tandem di portieri più forte in assoluto.

FONTE: tuttosalernitana.com